Fastidi alla dentiera o denti mancanti?

Fastidi alla dentiera o denti mancanti?

La soluzione è l’implantologia a carico immediato.

Oggi desideriamo spiegare con chiarezza come funziona questa tecnica e come tu, paziente che deve fare una scelta, puoi trovare le migliori mani possibili alle quali affidarti.
Vediamo il significato di queste parole una per una.

L’impianto è una vite in titanio che inseriamo nell’osso della mascella o della mandibola. Questa vite è provvista di una parte destinata a restare fuori dalla gengiva e va ad occupare quello che era, in pratica, il posto della radice del dente.

Il carico immediato è la tecnica che ci permette l’immediata riabilitazione dei denti caricando da subito sul nostro impianto una prima protesi realizzata al momento dell’intervento o preparata in precedenza.

Vantaggi dell’impianto a carico immediato.

Questa tecnica ti permette di ottenere un risultato estetico e funzionale ottimale in 24-48 ore (denti fissi avvitati), senza dover attendere i 3-4 mesi necessari al caricamento degli impianti inseriti con altre tecniche.

Solo per i primi tempi devi avere qualche accortezza nella masticazione poiché gli impianti inseriti secondo la tecnica dell’implantologia a carico immediato devono attendere il consolidarsi dell’osso, ma potrai tornare da subito a sorridere senza timore e senza nessun rischio.

Insomma, nell’arco di 24/48 ore, passi dall’estrazione dei denti all’inserimento degli impianti e al montaggio dei denti fissi (e a distanza di 3/4 mesi, verranno avvitati sugli impianti ormai consolidati i denti fissi definitivi).

In secondo luogo, scompaiono tutti i fastidi e i rischi legati all’uso di una protesi mobile, la vecchia dentiera; semplicemente ti dimenticherai di avere un impianto e i tuoi nuovi denti.

Quando posso ricorrere all’implantologia post-estrattiva a carico immediato?

Il carico immediato può essere effettuato per un singolo dente, per più denti o addirittura per un’intera arcata. In quest’ultimo caso negli ultimi anni vengono utilizzate le tecniche All-on-4 oppure All-on-6.
L’All-on-4 consiste nell’inserimento di 4 impianti in posizione strategica che fungeranno da sostegno per l’inserimento di una protesi avvitata provvisoria per la riabilitazione totale dell’arcata dentaria; lo stesso discorso vale per la tecnica All-on-6 che, però, prevede l’inserimento di 6 impianti, sempre in posizioni ben precise.
Questo ti permette di ottenere in poche ore una protesi fissa e non rimovibile che offre il comfort e l’estetica di una dentatura naturale e in questo modo puoi risolvere ogni disagio di tipo funzionale, psicologico, fonetico ed estetico.

Ci sono situazioni in cui non posso ricorrere a questo tipo di impianto?

Prima di tutto è molto importante che sia presente osso abbondante e con una densità adeguata per sostenere la pressione masticatoria del carico immediato prima del periodo di osteointegrazione degli impianti.

L’impianto post-estrattivo a carico immediato è una soluzione terapeutica che richiede una sufficiente quantità e buona qualità ossea. Per accertarci che sia proprio così, valutiamo con grande attenzione le caratteristiche dell’osso prima dell’intervento, nel nostro Check Up iniziale, con esami diagnostici appropriati e in particolare con il Dentalscan. Il Dentalscan è un esame tridimensionale che ci permette di visualizzare non solo l’altezza e lo spessore dell’osso mascellare, ma anche la sua profondità.

E se da questi esami risultasse che la quantità di osso per inserire gli impianti non è sufficiente?

Nessun problema, opteremo per la rigenerazione ossea guidata (GBR), una tecnica chirurgica che prevede l’utilizzo di membrane, in associazione o meno ad altri BIO-materiali di riempimento, e che ci permette di provocare un’adeguata rigenerazione del tessuto osseo mancante. Una volta che l’osso è stato rigenerato, si procederà all’inserimento degli impianti.

Altri ostacoli all’inserimento di un impianto post-estrattivo a carico immediato potrebbero essere il bruxismo (il digrignamento inconsapevole dei denti durante il sonno) o la malocclusione (imperfetto combaciamento dei denti fra le due arcate dentarie).
Ma anche in questo caso i nostri specialisti sapranno trovare e consigliarti la soluzione migliore a questi inconvenienti: a questo servono le nostre Equipe della salute dentale.

Infine ci sono alcune categorie di persone dove aumenta il rischio di non riuscita:

  •  i fumatori
  •  i soggetti diabetici
  •  le persone con problemi di anemia

Il rischio legato a queste 3 categorie di persone deriva dai problemi di circolazione del sangue che, non garantendo una perfetta irrorazione delle gengive, le lasciano soggette ad un maggiore pericolo di infezioni.

Come scegliere a chi affidarmi?

Ecco un elenco di 4 punti fondamentali per fare la migliore scelta possibile:
1. Il check up iniziale della tua salute dentale deve essere accurato e completo. Oltre ad una visita specialistica, nel tuo caso sono indispensabili gli opportuni esami radiologici.
2. Il centro odontoiatrico a cui ti affidi deve avere una equipe di specialisti preparati per fare fronte a ciascuno dei problemi di cui ti abbiamo parlato.
3. Il centro odontoiatrico a cui ti affidi deve avere una comprovata esperienza di successi negli impianti post-estrattivi a carico immediato.
4. Deve esserti consegnata una certificazione che dimostri che i materiali utilizzati per il tuo impianto siano di prima qualità e garantiti a vita.

Infine, noi di Centri OIS, garantiamo per scritto il nostro intervento per 10 anni. Siamo certi di quello che facciamo e non ci spaventa darti questa sicurezza. Per ogni domanda o dubbio non esitare a contattarci e se desideri sapere con certezza se puoi ricorrere ad un impianto post-estrattivo a carico immediato prenota adesso il tuo check up dentale completo.

Leave a Reply

Your email address will not be published.